Termometri smart, come scegliere il migliore? Tutti i dettagli da tenere a mente

I termometri non sono tutti uguali per questo è bene sapere quale scegliere per evitare errori. Ecco tutti i dettagli da considerare.

In pochi sono a conoscenza degli aspetti da considerare quando si scegli un termometro. Questo infatti è uno strumento molto utile che consente di misurare la febbre e di monitorare la temperatura corporea. Tuttavia, è importante tenere a mente che non tutti i termometri sono uguali e dunque in base alla tipologia rispondono a diversi tipi di esigenze.

Caratteristiche termometri
I termometri non sono tutti uguali – (Suppostedigitali.it)

Alla luce di quanto appena detto, di seguito approfondiremo l’argomento soffermandoci sulle caratteristiche di ognuna. Grazie a queste informazioni sarà possibile avere una panoramica chiara di quelli che sono i pro e i contro derivanti dall’utilizzo dei vari dispositivi presenti in commercio.

Termometri, tutti i dettagli su come sceglierlo

Come già detto sopra, il termometro rientra tra i dispositivi medici più utili in assoluto dal momento che consente di monitorare la temperatura corporea. In commercio però ve ne sono di varie tipologie e per questo è importante approfondire tutti i dettagli relative ad ognuna di esse.

Termometri dettagli
Il termometro tradizionale è il più affidabile – (Suppostedigitali.it)

In riferimento al termometro tradizionale, ad esempio, possiamo dire che risulta essere tra i più affidabili. Esso funziona grazie al calore del corpo che a seconda dei casi, dilata la lega di metallo presente al suo interno. Tale dispositivo però presenta un difetto che è dato dal tempo necessario per la misurazione. Esso infatti richiede circa 4-5 minuti in più rispetto a quello digitale.

A proposito di quest’ultimo, risulta essere estremamente veloce e consente di misurare la temperatura corporea in pochissimi secondi. Solitamente essa viene fornita in seguito ad un suono e in alcuni casi è in grado di tenere in memoria delle precedenti misurazioni.

Da citare è anche il termometro a infrarossi che funziona mediante delle radiazioni che vengono emesse dal corpo naturalmente. Di conseguenza, non è necessario posizionare il dispositivo sulla pelle. In genere in commercio è possibile scegliere tra quelli che rilevano la temperatura dalla fronte e quelli che invece la rilevano dall’orecchio. Anche in questo caso, la misurazione è molto veloce tuttavia è di gran lunga meno attendibile. A seconda di dove viene puntato il dispositivo, infatti, la rilevazione potrebbe fornire risultati diversi.

E’ importante ricordare che a partire dl 2009, è stata vietata la messa in commercio dei termometri a mercurio. Quest’ultimo infatti risulta essere dannoso per l’ambiente e radioattivo per l’uomo per via della sua elevata tossicità.

Impostazioni privacy