Hai mai notato questo dettaglio sulle banconote degli Euro? In realtà è tutta finzione: la scoperta

A molti è sfuggito un dettaglio presente sulle banconote degli Euro. Ciò che a un primo momento sembra una finzione, forse non lo è nello specifico.

Il mondo della numismatica offre sempre degli spunti molto interessanti su cui poter concentrare delle ricerche. Uno fra tutti è salito alla ribalta dell’interesse di molti commentatori sul web, anche perché non riescono a comprendere la motivazione riguardante la coniazione degli euro in un determinato modo.

Segreto celato dietro gli euro in banconota
Il dettaglio sugli euro sfuggito a molti – (Suppostedigitali.it)

Ovviamente, c’è sempre una spiegazione in merito a ciò e quella riguardante un particolare dettaglio, riposto sulle banconote, è stata accolta dall’opinione pubblica con immensa sorpresa. Entrando nello specifico della situazione, quando l’Unione Europea decise di coniare le banconote, prese una strada ben delineata, senza badare troppo alle richieste da parte dei vari Stati membri.

Una fra tutte ha colpito diverse persone, anche perché si è basata comunque su elementi forgianti della storia riguardante il vecchio continente, ma non specifici dei Paesi della Zona euro. In particolar modo, si tratta dei ponti disegnati sopra le banconote, i quali non esistevano realmente, mentre oggi sì, ma che prendevano spunto dall’architettura tradizionale europea. Un artista ha deciso di ricrearli veramente e sono stati posti su dei canali, ma non in ogni capitale del vecchio continente.

Una riproduzione perfetta

Si chiama Robin Stam il designer olandese che ha preso spunto dai ponti, differenti fra loro, posti sugli euro per poter riprodurli nella maniera più idonea. Addirittura, puntando alla perfezione massima, ha anche dato consigli a tutti i visitatori di essi per poter far sì che si posizionassero nella maniera più azzeccata così da effettuare una fotografia identica al disegno sugli euro.

Il segreto dei ponti sugli euro
I ponti sulle banconote degli euro – (Suppostedigitali.it)

Tali ponti furono posti sulle banconote per far sì che i Paesi membri della Zona euro non litigassero fra di loro, magari contestandosi il disegno da porre sopra di esse più rappresentativo della loro singola cultura, come ad esempio Napoleone (per la Francia), Leonardo Da Vinci (per l’Italia), etc.. Proprio per questo motivo i ponti sono stati disegnati in maniera differente da ognuno di quelli presenti nelle città degli Stati membri.

Stam, però, ha deciso di riprodurli e lo ha fatto, però, solamente in una città, ossia Rotterdam. In tal caso, la città olandese ha in sé tutti i ponti disegnati sulle banconote, cosa che per i visitatori è un’attrazione a dir poco sensazionale e unica. A indicare la posizione ideale per poter scattare delle fotografie uguali al disegno, ci sono dei segnali ben precisi. Inoltre, la loro identicità a quelli posti sugli euro è stata confermata anche dalla Banca Centrale Europea, la quale ha approvato il progetto.

Impostazioni privacy