Amazon, la notizia è un fulmine a ciel sereno: cambiamento drastico che nessuno si aspettava

Alert Amazon: il cambiamento è drastico e nessuno se lo aspettava. Cosa sta succedendo e perché la numero uno dell’e-commerce rischia.

Oneri e onori, potere e responsabilità, tutti a caccia della leadership di Amazon. Un primato assoluto preso sin dall’esplosione della pandemia da Coronavirus, che l’ha definitivamente consacrato. Un primato che potrebbe essere seriamente messo in discussione.

Amazon, fulmine a ciel sereno
Amazon, guai in vista – (Suppostedigitali.it)

Arriva un alert fastidioso per l’e-commerce numero uno al mondo, una notizia che nessuno si aspettava ma che potrebbe avere delle ripercussioni su Amazon, come se non bastasse la forte competizioni dei marchi cinesi, Shein (prima) e Temu (adesso) e i guai giudiziari nel quale è finito.

Sì perché il colosso di Seattle insieme a Google, Microsoft, Meta e altre aziende tecnologiche, sono finite nella lente d’ingrandimento della sempre più severa Unione Europea: tutti Big Tech accusati di non rispettare le nuove normative sulla concorrenza digitale. A quanto pare il gruppo internazionale Schibsted fa sul serio e con una lettera aperta ha fatto scattare l’alert. Come se non bastasse, altri foschi presagi funestano l’e-commerce regina del mondo online.

Lanciata la sfida ad Amazon: la leadership dell’e-commerce è a forte rischio

FedEx ha deciso di entrare nel mondo dell’e-commerce. Lo aveva preannunciato, è passato all’ufficialità: lancerà il prossimo autunno una nuova “piattaforma di commercio basata sui dati” chiamata fdx che, a suo dire, fornirà ai commercianti online soluzioni di e-commerce end-to-end, con l’ulteriore scopo di di aiutare le aziende a gestire la propria catena di fornitura, vendere ai clienti e gestire le consegne.

Amazon, cambiamento drastico che nessuno si aspettava
FedEx prepara la rivincita su Amazon – (Foto fonte: Fedex.com) – (Suppostedigitali.com)

Nell’annuncio ufficiale, FedEx ha fatto sapere di voler sfruttare alcuni strumenti propri già esistenti, come l’accesso ai membri di ShopRunner, un mercato di e-commerce acquisito da FedEx nel 2020, con funzionalità specifiche per un’esperienza post-acquisto personalizzata, in modo tale che qualsiasi marchio possa fornire ai clienti informazioni di spedizione più precise.

Christina Meek, responsabile delle relazioni globali di FedEx, gioca a carte scoperte che FedEx non è nel business del mercato ma che FedEx offrirà alle aziende capacità e approfondimenti digitali mentre controllano la propria esperienza del cliente, indirettamente una spallata ad Amazon.

La nuova piattaforma in arriva, infatti, altro non fa che competere nella logistica con quel colosso dell’e-commerce con cui ha rotto nel 2019, quando rifiutò di rinnovare un contratto per trasportare merci Amazon tramite FedEx Express. La “vendetta” di Amazon si spostò sul “proibizionismo”: vietato ai venditori l’utilizzo di FedEx per le consegne Prime. La prima battaglia la vinse Amazon. E adesso, rivinci FedEx o riperdita? Staremo a vedere.

Impostazioni privacy