Youtube impone un nuovo limite: clienti infuriati, rallenta di proposito i contenuti

YouTube è pronta ad imporre un nuovo limite a tutti gli utenti. I clienti sono infuriati, con la piattaforma che rallenta tutti: l’iniziativa.

Una delle piattaforme più utilizzate al mondo è sicuramente YouTube. Sono tantissimi gli utenti che ogni giorno accedono alla piattaforma con l’obiettivo di trovare i video in grado di garantire dell’intrattenimento. Gran parte della utenza però adesso sta vedendo dei rallentamenti sull’applicazione ed il sito web a causa di un motivo molto semplice.

YouTube nuovo limite clienti infuriati
Rallentamenti sulla piattaforma di broadcasting video – (Suppostedigitali.it)

Sono tante le novità lanciate da YouTube nel corso dell’ultimo anno. Per tutti gli utenti adesso è possibile usufruire della versione web di Music vale a dire la sezione dedicata interamente alla musica. Questa novità nelle piattaforme mobile è stata introdotta tre anni fa, ma adesso Google ha deciso di introdurla anche nella versione web.

Al sito ufficiale di YouTube adesso è presente anche la Activity Bar in cui sono presenti gli stati d’animo. Grazie a questa caratteristica sarà possibile selezionare una canzone in base allo stato d’animo. In queste ore però tantissimi utenti stanno notando dei rallentamenti ed il motivo dietro tutto ciò è preciso ed ha anche un colpevole.

YouTube, rallentamenti per alcuni utenti: cosa sta succedendo

In queste settimane YouTube sta intensificando la sua battaglia contro gli utenti che utilizzano adblock e altre estensioni del browser per eliminare le pubblicità. Questa pratica illecita causa perdite milionarie mensili ai ricavi pubblicitari del sito. La piattaforma ha adottato misure volte a rallentare il caricamento dei video per coloro che cercano di eludere gli annunci iniziali, oltre a introdurre malfunzionamenti mirati a scoraggiare questa pratica.

YouTube nuovo limite clienti infuriati
Il nuovo limite imposto da YouTube – (Suppostedigitali.it)

Recenti segnalazioni evidenziano un rallentamento significativo nel caricamento dei video quando si utilizza adblock, con il ripristino della normale velocità una volta disattivato l’estensione. Questo approccio sembra essere un tentativo da parte di YouTube di recuperare il tempo risparmiato dagli utenti che evitano gli annunci pubblicitari, rallentando deliberatamente l’esperienza di navigazione. Sebbene il fenomeno non coinvolga immediatamente tutti gli utenti, è chiaro che YouTube stia testando diverse strategie per scoraggiare l’uso di adblock.

Inoltre sono stati segnalati rallentamenti e problemi collaterali come la necessità di aggiornare la pagina per aprire video a schermo intero o in modalità cinema. Questi inconvenienti sembrano essere parte di un approccio più ampio per compromettere l’esperienza d’uso quotidiana di chi utilizza adblock. Solamente bloccando il tool dei vari browser YouTube riesce a recuperare gran parte dei proventi compromessi.

In questo modo inoltre la piattaforma potrà promuovere i suoi piani in abbonamento. Infatti ad oggi l’abbonamento al piano Premium, che giorno. YouTube sta cercando di spingere gli utenti gradualmente verso il piano Premium, che elimina gli annunci pubblicitari in modo legittimo e offre funzionalità extra, ha un costo di 11,99 euro al mese. Aumentando gli abbonati AdBlock non sarà più un problema per la piattaforma.

Impostazioni privacy