IT wallet in arrivo anche in Italia: di cosa si tratta e come funziona

L’arrivo dell’IT Wallet in Italia è un chiaro segnale del cammino verso un futuro digitale più efficiente e sicuro.

Le istituzioni italiane stanno portando avanti ormai da diversi anni diversi progetti di digitalizzazione che mirano a rendere più efficienti e soprattutto più facili le comunicazioni tra i cittadini e lo Stato. Prima è arrivata la cosiddetta “identità digitale”, concetto con cui ci si riferisce a un insieme di dati e informazioni digitali che permettono di identificare univocamente un individuo nel mondo digitale. Ora, accanto all’identità si aggiungerà presto il “portafoglio digitale”, che si comincia a far conoscere con il nome internazionale di “IT Wallet”.

Cosa è il portafoglio digitale
Arriva una grande novità per tutti i cittadini italiani – (Suppostedigitali.it)

Accanto a servizi come SPID, il sistema più noto e diffuso per l’identità digitale in Italia, Carta d’Identità Elettronica e Carta Nazionale dei Servizi, quindi, i cittadini italiani dovranno presto dotarsi di un nuovo strumento che avrà, ovviamente, un utilizzo profondamente diverso. Se l’identità digitale permette di accedere a servizi di vario tipo, il portafoglio digitale servirà invece per contenere tutti i documenti principali di un cittadino in formato digitale e certificato dalle autorità.

La burocrazia si sposta sempre più verso il digitale

L’IT Wallet, o portafoglio IT, è un termine che descrive una tecnologia all’avanguardia che consente di conservare e gestire in modo sicuro documenti e identità digitali. Questo strumento, una volta lanciato, conterrà documenti essenziali come la carta d’identità elettronica, la patente di guida, la tessera sanitaria, e molto altro. In questo modo, l’IT Wallet mira a semplificare le interazioni con la Pubblica Amministrazione e rivoluzionare l’accesso ai servizi essenziali in formato digitale.

Ccome funziona il portafoglio digitale
Il portafoglio digitale potrebbero rivoluzionare il modo con cui ci rapportiamo alla burocrazia – (Suppostedigitali.it)

Il funzionamento dell’IT Wallet è intuitivo e user-friendly. I cittadini potranno accedere ai loro documenti digitali tramite un’applicazione su smartphone, l’app IO, usando la carta d’identità elettronica (CIE) o lo SPID, entrambi di livello 2 di sicurezza. Questo sistema garantisce non solo una maggiore facilità di accesso ma anche un elevato livello di sicurezza e privacy.

L’IT Wallet non è solo un progetto nazionale, ma si inserisce in un contesto europeo più ampio. È parte integrante del progetto “European digital identity wallet”, che mira a creare un sistema unificato e interoperabile di identità digitale a livello europeo. Questo allinea l’Italia agli standard e alle politiche di digitalizzazione dell’Unione Europea.

Guardando al futuro, l’IT Wallet si prefigura come un pilastro della digitalizzazione in Italia. La sua piena implementazione, prevista entro il 2026, segnerà una nuova era nell’interazione digitale tra cittadini e istituzioni. Inoltre, l’apertura verso l’integrazione di servizi privati all’interno dell’IT Wallet potrebbe ulteriormente espandere le sue funzionalità.

Impostazioni privacy